Il sistema museale

La Soprintendenza alla Galleria nazionale d'arte moderna e contemporanea è un sistema museale che fa capo alla Galleria nazionale d'arte moderna e coordina altri quattro musei: la casa museo Mario Praz, il museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative, costume e moda, la raccolta Manzù e il museo Hendrik Christian Andersen. Creata nel 1939, nel 1975, con l'istituzione del Ministero per i Beni Culturali e Ambientali, diviene Soprintendenza speciale.

Contemporaneamente a una serie di donazioni dà avvio ad acquisizioni patrimoniali - edifici e opere - di Andrea Blanceflor Boncompagni Ludovisi (1972), dello scultore Hendrik C. Andersen, di Giacomo Manzù (1979), della collezione e archivio Praz (1986).

Dopo la direzione di Roberto Papini dal 1934 al 1939, anno in cui la Galleria divenne Soprintendenza, e quella di Pama Bucarelli, durata quasi trent'anni, i soprintendenti che si sono succeduti dal 1975 ad oggi sono: Italo Faldi, Giorgio De Marchis, Dario Durbé, Eraldo Gaudioso, Augusta Monferini, Sandra Pinto e attualmente Maria Vittoria Marini Clarelli.

La Soprintendenza  articola le sue funzioni in servizi generali, a loro volta divisi in unità organiche. I servizi, distinti in tecnici e amministrativi, corrispondono alle funzioni principali di tutela e conservazione, incremento, gestione e documentazione del patrimonio museale, studi e ricerche, e a quelle di gestione amministrativa generale e del personale. Fanno parte dei servizi anche l'Ufficio mostre e il Servizio per la comunicazione culturale che ingloba l'informatica, la didattica e la comunicazione museale.

La direzione della Galleria nazionale d'arte moderna è suddivisa nei due ambiti del XIX e del XX secolo con la responsabilità per settori dei curatori storici dell'arte.


planimetriarm

museogn Gnam 
 museoanMuseo Andersen 
 museoblMuseo Boncompagni 
 museoprMuseo Praz 
 museomzRaccolta Manzù